18 febbraio 2009

Coniglio alla Cacciatora


Stamattina la neve è arrivata anche qui, nella mia bella Napoli, è strano vederla cadere in questa città che è sempre così calda! Allora riscaldiamoci con una ricetta di casa, questa è una di quelle che mi riporta all'infanzia, ricordo che mamma preparava in questo modo il coniglio che a me non piaceva assolutamente mangiare e adesso mi ritrovo a farlo e a gustarlo con grande piacere.

Ingredienti:
coniglio
olio
pelati
sale
cipolla tritata
vino bianco

Esecuzione:
Tagliare il coniglio a pezzi non troppo grossi, metterli a bagno per alcune ore in acqua e sale dopodiché asciugarli per bene; scaldare in una padella l'olio e rosolare il coniglio mescolando con un cucchiaio di legno. Salare, cuocere a fuoco medio per qualche minuto, bagnare con il vino, alzare la fiamma e lasciarlo evaporare quasi completamente, coprire e continuare la cottura per 15/20 minuti a fuoco basso, mescolando ogni tanto e cospargendo la carne con il fondo di cottura; unire dell'acqua se si dovesse asciugare troppo. Toglierlo dalla padella e rosolare la cipolla, unire i pelati e cuocere il sugo, aggiungere il coniglio e lasciarlo insaporire alcuni minuti, servire.

9 commenti:

ABBI FIDUCIA NEL SIGNORE ha detto...

mi arriva il profumo fino a qui' a caserta di questo coniglio...stamani mi sono affacciata ed ho visto il mio caro vesuvio imbiancato , che emozione giovanna ciao da una tua conterranea.

L'Antro dell'Alchimista ha detto...

Bellissima ricetta ed una foto molto ma molto invitante! Buona serata Laura

Dolce D. ha detto...

Buonooooooooo
io al sughetto aggiungo anche foglie di alloro e peperoncino

Maria Giovanna ha detto...

Abbi Fiducia nel Signore è vero, fa uno strano effetto il vesuvio imbiancato!

L'antrodell'alchimista grazie mille.

Dolce D. non amo molto l'alloro ma il peperoncino mi intriga.

Vincenzo ha detto...

ciao ,
la ricetta è molto simile a quella di mia mamma, solo che lei mette i pomodorini piccoli e non i pelati e con peperoncino ;) ...

Maria Giovanna ha detto...

Vincenzo sono piccole varianti secondo il gusto personale, anche mia mamma a volte univa il peperoncino.

ninodejosso ha detto...

Scusa, ma come mai le ricette che si trovano in Rete sono perlopiù quasi tutte uguali? Per quanto riguarda il coniglio alla cacciatora dopo le prime dieci pagine mi sono arreso. Dovunque sempre la stessa ricetta della mamma. Un caro saluto. Nino

Maria Giovanna ha detto...

Ninodejosso non sò che dirti, di sicuro non sono detentrice della ricetta ufficiale, mi sono limitata a descrivere come lo prepara mia madre, non è mica colpa mia se le ricette sono tutte uguali....

ninodejosso ha detto...

Certo che, almeno in questo caso, non è colpa tua, ma sta di fatto che è tutto un copia e incolla. Comunque io per pranzo ho preparato un ottimo coniglio alla cacciatora. Posso assicurarti che,dopo aver girato per più di una trentina di siti con ricette tutte più o meno identiche, la mia è stata abbastanza diversa dalla tua e dalle altre. Non mi capita mai di mettermi ai fornelli per seguire alla lettera una ricetta scritta da altri. Mi va di metterci del mio. Grazie per la tua cortese risposta. Buona serata. Nino

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...