15 aprile 2007

Ravioli di Gallina



Questa ricetta è stata fatta da Anna Moroni a La Prova del Cuoco nel periodo di Natale, l'ho trovata davvero interessante perché è un modo come un altro per "riciclare" la gallina utilizzata per la preparazione del brodo che spesso non viene mangiata.

Ingredienti: X 4 persone
Per il ripieno:
200 gr. gallina lessa, pesando solo la polpa e la pelle
cipolla
burro
140 gr. ricotta
1 tuorlo
4 cucchiai di parmigiano grattugiato
noce moscata
Per la pasta:
100 gr. farina 00
50 gr. semola
1 uovo
1 tuorlo
Per condire:
burro
salvia

Esecuzione:
Preparare la pasta, avvolgerla nella pellicola trasparente e lasciarla riposare almeno mezz'ora; insaporire la polpa e la pelle della gallina che avremmo pulito bene dalla carcassa, ripassarla in padella in un soffritto di burro e cipolla, salare. Passarla nel tritacarne con trafila a fori larghi, metterla in un recipiente e aggiungere la ricotta, il tuorlo, il parmigiano e la noce moscata. Stendere la pasta con l'apposita macchinetta fino ad arrivare all'ultima tacca, disporre mucchietti di ripieno distanziati, con un pennello bagnare la sfoglia intorno al ripieno con un po' d'acqua, chiudere sigillando per bene evitando di lasciare dell'aria all'interno e con lo stampino ritagliare i ravioli. Adagiarli su una spianatoia spolverata di farina di riso (piccolo trucchetto svelatomi da un amico che produce pasta fresca) fino al momento della cottura; lessarli velocemente in acqua bollente salata e servirli mantecandoli con burro e salvia.



13 commenti:

anna ha detto...

Che bonta questi ravioli...ma ti posso fare una domanda forse stupida ma se uso il pollo è la stessa cosa?
Grazie

flat eric ha detto...

A Giuva', si grand!!!!
;-]

Orchidea ha detto...

Che bontà questi ravioli... quando i miei nonni abitavano in campagnia avevano un sacco di galline e li facevano anche loro.
Ciao.

Francesca ha detto...

uh che buontà! Posso fare doppio slurp sul monitor? Baci :-)

Maria Giovanna ha detto...

Anna prova, sinceramente non saprei.

Flat Eric e Francesca grazie di cuore, siete troppo gentili.

Orchidea è bello sapere che hanno origini contadine; grazie anche a te.

Gourmet ha detto...

Fameeeeeeeeee... sta dieta mi uccidera!!! ;)
P.s. per info sui blog... trovi cercando su google tec .... basta digitare blog...
buona serata!

cannella ha detto...

Trovarla la gallinavecchia, che fa buon brodo...magari padovana...
;-))). Mille baciotti, una ricetta FA-VO-LO-SA!

Maria Giovanna ha detto...

Gourmet io cerco di fare la dieta tutti i giorni ma poi inevitabilmente a pranzo o a cena si sgarra sempre, amo troppo il cibo!!!!!

P.s.
Cos'è google tec?

Cannella sei sempre spiritosa, grazie mille.

Kja ha detto...

Ecco, quando fai il pane rimango incantata ma quando ti butti sulle paste fresche mi lasci davvero adorante :)
Mi ricordo la foto sotto natale dei 790 tortellini, e` impressa nella mia mente.

Maria Giovanna ha detto...

Kja tutto non è sempre così complicato come appare; grazie delle belle parole che scrivi.

nini ha detto...

mmm, che brava, devono essere buonissimi!

Rosetta ha detto...

Quando anch'io avevo le galline ruspanti delle ziette, avevo un tesoro.
Ora le trovo qualche volta al supermercato ma non sono neppure lontane parenti di quelle di allora.
Complimenti, bella ricetta
Mandi

Maria Giovanna ha detto...

Rosetta grazie, per le galline fortunatamente ho un fornitore del negozio che ci porta le uova e a richiesta anche galline, polli o conigli ruspanti!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...