27 aprile 2007

Pancake Mix



Avevo del latte da consumare e dopo vari giri nel web mi sono imbattuta in questa ricetta, chiaramente era tutta in inglese, grazie al traduttore ne è uscito fuori ancora una volta qualcosa di comprensibile. Risultato: un grattacielo di pancake, i migliori sperimentati fino ad oggi!
Questa è una ricetta base per preparare i pancake, tratta dal libro The All New, All Purpose Joy of Cooking, utilizza gli ingredienti che si dovrebbero sempre trovare in ogni cucina.

Ingredienti:
1 e 1/2 tazza di farina
3 tbs di zucchero
1 e 1/2 tsp di lievito per dolci
1/2 tsp di sale
1 e 1/2 tazza di latte
3 tbs di burro fuso
2 grandi uova
1/2 tsp di estratto di vaniglia

Esecuzione:
Mescolare in una grande ciotola gli ingredienti secchi (farina, zucchero, lievito e sale); a parte mescolare gli ingredienti umidi (latte, burro, uova e vaniglia).
Unire gli ingredienti umidi a quelli secchi e mescolare appena, il necessario per amalgamare gli ingredienti, non è importante ottenere una pastella liscia senza grumi, durante la cottura si amalgamerà il tutto, mescolando troppo i pancake cotti risulteranno duri. Riscaldare una padella antiaderente fino a che mettendo alcune gocce d'acqua vediamo che girano velocemente evaporando, la temperatura è giusta (se l'acqua esce fuori dalla padella è troppo calda, se invece non evapora affatto è ancora fredda); sciogliere una noce di burro nella padella e asciugare con un tovagliolo distribuendolo allo stesso tempo dappertutto. Prendere 1/3 di tazza di pastella e versarla nella padella; a questo punto possiamo sbizzarrirci con la fantasia distribuendo sulla pastella versata in padella dei mirtilli o tutto quello che vogliamo. Quando iniziano a formarsi delle bollicine in superficie, girare il pancake e cuocere dall'altro lato fino a che si colorisca, impiegherà circa la metà del tempo di cottura del primo lato; per mantenerli caldi si mettono poggiati uno sull'altro in un piatto e poi in forno a 100°; nel libro si consiglia anche di mettere tra un pancake e l'altro un tovagliolo di carta.
I pancake che avanzano possono essere congelati, quando dovremmo consumarli basterà riscaldarli appena nel tostapane o nel forno.



10 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao Mariagiovanna, cosa intendi per 1-1/2 tazza... 1 1/2 cup?
Grazie per la ricetta, li proverò a breve :)
Ciao,
Paoletta

Maria Giovanna ha detto...

Paoletta 1 tazza o cup e 1/2, fammi sapere se ti piacciono, baci.

Anonimo ha detto...

ciao sono un appassionato di pancake, volevo capire cosa si intende per tsp e tps...ciao e grazie -Manlio-

Maria Giovanna ha detto...

Caro Manlio allora sono in buona compagnia; il primo è il cucchiaino da te mentre il secondo è il cucchiaio da tavola.

P.s.
Hai già provato altre ricette di pancake che ci sono nel blog?

P.p.s.
Benvenuto sul blog!

Sarita ha detto...

Ciao! E' la prima volta che provo a fare pancakes e non vorrei far venir fuori dei mostriciattoli =) puoi spiegarmi più o meno a quanto equivale una tazza?? Se non sai la quantità precisa va bene anche se mi dici a quanti bichieri (di plastica) corrisponde... te ne sarei grata! CIAO CIAO!!!

Maria Giovanna ha detto...

Benvenuta Sarita, scusa l'immane ritardo con cui ti rispondo, una tazza equivale a 230 ml.

Anonimo ha detto...

ciao maria giovanna, la tua ricetta è stata molto delucidante... ne ho provete davvero tante, tutte con piccole varianti di quantità dei singoli prodotti o con aggiunte, ma la cosa PIU DIFFICILE per me è la cottura, o rischio di bruciare il primo lato, o di lasciarli mezzi crudi dentro!!! ho provato a utilizzare diverse padelle antiaderenti, di varia grandezza, divere modalità di fiamma ma tant'è che nella maggior parte dei casi non sono mai pienamente soddisfatta della mie creazioni. potresti darmi qualche consiglio? gli americani, coloro che lo hanno inventato, secondo te lo mangiano mezo crudo all'interno? o bello soffice tipo pan di spagna? e un ultima domanda, è possibile cuocerli nel forno secondo te? grazie mille per la gentilezza di aver letto, spero di ricevere presto una tua risposta! ciao -antonella da genova

Maria Giovanna ha detto...

Cara Antonella posso solo dirti come li cuocio io: in padella antiaderente, fiamma media, appena forma le bollicine in superfice girare e cuocere un minuto circa dall'altro lato. Io li ho mangiati alle Maldive preparati da uno chef americano, devono essere cotti all'interno, per la cottura in forno non saprei dirti, che io sappia si cuociono solo sul gas, prova e fammi sapere, ok? Baci.

Anonimo ha detto...

ciao io americano, tsp (teaspoon) significa cucchiaio da tea, more piccolo rispetto quello italia, tbs (tablespoon) e come cucchiaino di italia, 1 american cup e piu grande di italia, grandi vuova perche da noi vendono uova piccole e vuove grandi(gallina)

Maria Giovanna ha detto...

Anonimo grazie per le indicazioni.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...