14 dicembre 2006

Tortellini



Adesso sì che si inizia a sentire profumo di Natale in casa!
Tutta la giornata di ieri mi sono chiusa in cucina per produrre ben 784 tortellini, in effetti sono un po' tanti per il pranzo di Natale ma visto che mi trovavo con le mani in pasta ho prodotto un comfort food da poter consumare durante l'inverno.
Devo dire che come valido aiutante avevo L' Indignato Biagio che con le sue sante manine distribuiva palline di ripieno sui quadratini di pasta e poi avevo dalla mia la ricetta di Stefania Degli Esposti conosciuta su Coquinaria, ricetta casalinga di una bolognese DOC, io amo il cibo di quel territorio come avete potuto ben vedere............Dimenticavo, la ricetta della sfoglia è quella delle Sorelle Simili dal libro "Sfida al matterello".
Ora la schiena è a pezzi ma volete mettere che soddisfazione sarà assaporarli per il pranzo di Natale?

Ingredienti:
Per la sfoglia:
1 kg faina 0
9 uova
Per il ripieno:
320 gr. lombo maiale
320 gr. prosciutto crudo
320 gr. mortadella ( è importante che sia quella grande e non quelle piccoline che si trovano nel banco frigo)
400 gr. parmigiano grattugiato
6 uova
noce moscata
Per la spianatoia:
semola rimacinata di grano duro

Esecuzione:
Setacciare la farina e formare una fontana nel cui centro metteremo le uova, impastare per bene, avvolgerla nella pellicola trasparente e lasciar riposare minimo mezz'ora. Nel frattempo tritare nel tritacarne il lombo di maiale con il prosciutto crudo e la mortadella, mettere il tutto in una ciotola e mescolare con il parmigiano grattugiato, le uova e la noce moscata.Stendere la pasta con la macchinetta apposita, spolverando man mano con la semola se la pasta dovesse risultare troppo umida, fino ad arrivare alla penultima tacca; questa operazione è bene che venga fatta un po' alla volta, magari ricavando solo due sfoglie per evitare che secchino. Tagliare dei quadratini da 3 cm per lato, mettere al centro una pallina di ripieno e chiudere prima a triangolo e poi a tortellino avvicinando i due lembi opposti; distribuirli man mano su un tavolo infarinato con la semola. Lasciar asciugare all'aria alcune ore, poi possiamo disporli sui vassoi e congelarli e, una volta congelati, passarli nei sacchetti, oppure possiamo goderceli subito cuocendoli in un buon brodo bollente.
Si consiglia di preparare il ripieno il giorno prima e lasciare riposare in frigorifero prima di riempire i tortellini.




8 commenti:

Orchidea ha detto...

Ohhhhh... ma sono tantissimi... una produzione industriale!
Ciao.

Anonimo ha detto...

Adesso si è Natale!!!!!!!
Meriti davvero un' applauso!!
Anche all'aiutante però!
Hai fatto pure la fatica di contarli?
Le sorelle Simili imperversano in questo periodo!
Buon riposo!
Graziella

Maria Giovanna ha detto...

Infatti Orchidea, per un pò mi limiterò solo a mangiare!!!!

Grazie cara Graziella non solo da parte mia ma anche da parte dell'aiutante. Per me le Sorelle Simili sono una vecchia conoscenza tra l'altro molto apprezzata.

Luna ha detto...

Anch'io nel fine settimana mi sono data ai tortellini. Che faticaccia!!! ma anche...che bontà!!! (by una bolognese D.O.C.)

p.s. questo blog è davvero bello, mi fa sempre venire l'acquolina in bocca!!

Francesca ha detto...

Maria Giovanna, sono estasiata ed ammirata per il tanto lavoro fatto e per la perfetta riuscita di tutti i tuoi 784 tortellini. Bravissima è dir poco!

Kjaretta ha detto...

Senza parole. 784???? Bravissima davvero, non solo per la moltitudine; ma anche per la loro bellezza!

titti ha detto...

Complimenti!!!
conosco stefania e' una garanzia!!!!

Maria Giovanna ha detto...

Luna e Titti vi ringrazio per i complimenti e vi dò il benvenuto sul mio blog.


Francesca mi fai arrossire......

Kjaretta è bello leggerti da queste parti; mi fà piacere che ti sembrano belli, sai per me sono magnifici ma credevo di non essere obiettiva.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...